Grande Bellezza

CHIUDIAMO I BOOK TURISTICI E SPALANCHIAMO GLI OCCHI SU UN PANORAMA CARICO DI COLORI E DECANTATO DA MEZZO MONDO: LANGHE E ROERO, IL BACINO PIEMONTESE CHE METTE IN BELLA MOSTRA UN’ECCELLENZA ENOGASTRONOMICA CONOSCIUTA FINO OLTREOCEANO, RACCONTATA, RICORDATA E VISSUTA CON TRE GRANDI CHEF ITALIANI. UN VIAGGIO ALLA SCOPERTA DI UNA TRADIZIONE SEMPLICE, TRA LUNGHI FILARI, DOLCI MASSAIE E GENEROSI ORTI.

A/R Giappone

C’è un last minute per il Giappone: andata e ritorno a 35 euro. Ci sono pochi posti, si parte la sera da via Ugo Bassi 26 e si torna quando il tempo lo concede.

All you can meet

Un bollente huo guo, in bilico tra uton nipponici e jus francese, attraversa la Cina e arriva in Italia. Non è un itinerario della gastronomia cinese, ma è la storia di Chang Liu. Un ragazzo che nasce in Cina ma vive, mangia, e studia l’Italia per farsi carico di un’immensa responsabilità.

Vinaccia in polvere

Casa Emma scopre la farina di vinaccia, nata da un laboratorio in pieno fermento dove oltre al buon vino, nascono prodotti sostenibili e gastronomici insieme all’aiuto di 80 oche. Un ingrediente inedito indagato per la prima volta dalla creatività di Sara Papa.

Moebius

Quanto fa dodici metri di altezza per 750 metri quadrati? Moebius, il risultato gastronomico che lo chef Enrico Croatti firma e mette in scena nel suo ristorante, uno spazio sperimentale che “Si chiamerà Moebius e dovrà ospitare un albero. Grande.”

Cordoba

Cordoba. Un luogo e una cucina indissolubilmente legati: il futuro di piatti icona e ricette che affondano le radici nell’Al Andalus è nelle mani di giovani grandi chef radicati nella città della Moschea Cattedrale.

Auguri Munchies

Munchies fa un anno e una banda di clandestini fa il botto saccheggiando i palati meneghini della Food Genius Academy. Si tratta di 4 Paniny esotici inciampati nel made in Italy per assediare pance ancora vuote. Pare abbiano avuto la meglio portandosi via l’appetito, anestetizzando le voglie e placando i desideri.

Shut up and eat me

Se i piatti di Jeremy Chan potessero parlare risponderebbero così. Con un’estetica ingegnosa, semplice, geometrica, robotica ed essenziale.

Era e sarà

EraGoffi si rigenera in un trait d’union che converge caratteri opposti tenuti insieme da un collante di vecchia generazione: l’amicizia.

Load More