A/R Giappone

C’è un last minute per il Giappone: andata e ritorno a 35 euro. Ci sono pochi posti, si parte la sera da via Ugo Bassi 26 e si torna quando il tempo lo concede. Si tratta di Omakase, il menu degustazione, che completa la cucina tradizionale nipponica con prodotti di piccoli produttori italiani, di Casa Ramen Super. Non ci sono restrizioni sul bagaglio a mano perché, come c’è scritto sul menu, si tratta di un viaggio in Giappone con la pancia in Italia.

Fratello maggiore di Casa Ramen, questo piccolo scorcio in Isola ha i coperti che mancano al suo gemello, l’insegna Super luminosa e un menu a la carte apparecchiato con Snack, Fusion, Ramen & Noodles. Lo chef Luca Catalfamo entra ed esce dalla cabina di pilotaggio, una piccola cucina a vista che ha qualcosa da dichiarare: “Italians can make ramen”. E non solo. Il nome del ristorante punta al piatto forte, ma il menu Omakase fa il giro completo del Giappone in stile Izakaya: un viaggio a sorpresa da fare insieme. 

Si passa per le vie trafficate con uno street food di okonomiyaki coperto di finferli, rapa gialla e rossa. Poi, un tuffo in mare con Tonno crudo marinato in alga kombu e salsa tonnata. E ancora, un incontro ravvicinato con fettine di Pluma iberica laccata con salsa teriyaki e bao tiepido. E poi, il ramen: Super, Yuzu, Paitan o Dan Dan. Dipende se si vuole viaggiare con pesce o verdure del mercato, con un pollo cremoso o un agnello aromatico. Dulcis in fundo, un Savoiardo al grano saraceno con fichi caramellati e mascarpone. Il gate di Casa Ramen Super apre alle 19.30. È il caso di prepararsi. 

Tratto su Identitagolose.com

Leave a Reply